Gottero2014 - Alpbike - Alpi Apuane e dintorni

Vai ai contenuti

Menu principale:

Gottero2014

VENERDI 29 AGOSTO : MONTE GOTTERO ALL MOUNTAIN
...qualche anno fa in compagnia del mago , avevo gia salito il monte gottero , il piu alto della provincia della spezia, facendo un bel giro ad anello con partenza da sesta godano , ma con un lungo, troppo lungo tratto di bitume per il rientro a sesta godano .  questa volta debbo assolutamente ringraziare e  fare i complimenti all'amico guido per aver saputo confezionare un duro ma spettacolare giro interamnete offroad...legando diversi itinerari tra loro.
partecipanti:
alpiko
marcoita89
zumze

Anello Gottero - Tecchione - Fabei - Spiaggi (report di ZUMZE)
Lungo ed impegnativo giro off-road (50 km, 2100 metri di dislivello totale) adatto solo agli amanti della fatica (e della spinta, a tratti inevitabile). Ripaga con bellissimi panorami d'altura e con la conquista delle più alte vette del circondario (Gottero 1636 m/slm, Penato 1575 m/slm, Focetto e Pitone 1540 m/slm, Tecchione 1582 m/slm, Spiaggi 1535 m/slm ). Da notarsi infatti che l'80% del giro si svolge a quote superi ai 1300 metri, non male per essere a 20 km in linea d'aria dal mare!
Si parte da poco dopo il paesino di Chiusola, dopo Sesta Godano, in corrispondenza della sterrata che da sinistra conduce da quota 760 metri fino ai 1416 metri della Foce dei Tre Confini, punto in cui si toccano le tre Regioni Liguria, Emilia Romagna e Toscana. Si sale poi a spinta (è questa la parte più dura) fino alla vetta del Gottero 1636 m/slm, che può regalare panorami incredibili in giornate limpide. Si continua scendendo per la bella discesa verso il passo della Cappelletta fino a quota 1300, dove si incontra di nuovo il tracciato proncipale della Alta Via che passa lungo il versante nord del Gottero. Si gira qui a destra per ritornare in leggera salita (tratti a spinta per fondo troppo dissestato) alla Foce dei Tre Confini. Da qui si prende il sentiero segnato che in una serie di salinscendi di cresta, sempre in faggeta e sempre tra quota 1400 e 1550 porta in 8 km circa verso il Passo dei due Santi (ZumZeri). Anche in questo tratta, alcune zone in salita a spinta. Arrivati sulla cima degli impianti da sci, si lascia il sentiero segnato per prenderne uno sulla sinistra (palline spray gialle sugli alberi) che scende divertente fino a quota 1350. Si gira poi a destra sulla vecchia sterrata che porta in un paio di km al Passo dei due Santi (rifugio sempre aperto, acqua da fontana sul retro). Dal piazzale si sale infinel alla vetta del monte Spiaggi (altro punto panoramicissimo), per poi scendere sul versante nord est del monte fino a una vecchia strerrata (tratto iniziale a spinta) che porta in breve al pratone sopra il villaggo Aracci. Da li si riprende l'asfalto pe1 km circa per risalire fino quasi al primo piazzale di ZumZeri e prendere, sulla sinistra, la vecchia mulattiera che da quota 1400 scende al santuario Mariano poco sotto Valditermine (800 m/slm). Da li infine si ritorna in 5 o 6 km su asfalto quasi tutto in discesa al punto di partenza. Durata del giro 10 ore, 11 se si fa qualche pause in più.
Protezioni consigliabili per le discese spesso tecniche e sassose, acqua a volontà che la prima potabile certa si incontra è solo al rifugio del Passo sei due Santi!

Come arrivare al punto di partenza
poco dopo il Paese di Chiusola, proveniendo da Sesta Godano, nell'unico incrocio della zona (cartello turistico con indicazione Monte Gottero)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu